In merito ad eventuali necessità straordinarie di sangue – comunica il CNS -, le carenze dovranno essere gestite attraverso le strutture regionali coordinate dallo stesso Centro Nazionale Sangue.